• french
  • english
  • spain
  • dutch
  • german
  • italy
  • cameroun
  • catalan
doc_logo

Il Controllo Qualità in Cina

  • authorDoc Logo
  • dateMar 20 Mar 07
  • comments0

Pubblicato da Mathieu Labasse

Il Controllo Qualità è una parte cruciale del processo d’importazione dalla Cina. La pressione sui costi di produzione, la distanza, il tempo e le differenze culturali lo rendono inevitabile. quality control
Effettuare il controllo qualità, permette all’importatore di:

Minimizzare i rischi (ed i costi associati ) collegati alla qualità, al caricamento, all’immagazzinamento o alla mancanza di conformità: “I miei prodotti sono stati rifiutati dai clienti, perché l’etichettatura emessa dal mio fornitore cinese, non era conforme agli standard europei.„

Assicurarsi che gli obblighi contrattuali vengano adempiuti (specifica, imballaggio, stampa, consegna): “Il mio cliente ha rifiutato la mia consegna, perché il codice di colore del suo marchio, è stato stampato in modo erroneo sul lotto di produzione.”

Prendere in esame gli sbocchi potenziali, prima del trasporto, piuttosto che dopo la consegna in Europa: “Ho un container di bicchieri depositati in un magazzino in Europa, e sto aspettando che i prodotti siano catalogati e puliti, prima di poterli vendere. „

Creare e mantenere un pool di fornitori affidabili e ridurre i costi: “Per questa fabbrica cinese, ho previsto un audit a cadenza annuale e dei controlli di routine, e così, ora posso lavorare direttamente con loro e mandare avanti con tranquillità la mia produzione…„

3 A seconda dei bisogni dell’importatore, possono essere implementate e combinate, varie soluzioni:

1. Controlli del Prodotto

Un Ispettore viene mandato nella Fabbrica per ispezionare i processi di produzione in corso

Il compratore può decidere quando effettuare il controllo (ad inizio, a metà o a fine processo di produzione, o persino durante il caricamento del container) – la richiesta più comune è il controllo di Pre-Spedizione, o il PSI.

Una Procedura di Controllo Standard :

A/ Il compratore trasmette le sue specifiche (i dettagli della fabbrica, la descrizione del prodotto, la quantità prevista, la stampa, l’imballaggio, i test sulle funzioni di base da effettuare).

B/ Nel migliore dei casi, il compratore trasmette un campione approvato dalla Società di Controllo.

C/ L’ispettore va alla fabbrica nella data prestabilita e comincia, contando il numero di scatole pronte per essere controllate (chiuse). Fra queste, seleziona, a caso, le scatole che controllerà concretamente.

D/ All’interno delle scatole selezionate, l’ispettore seleziona i prodotti che controllerà concretamente – il numero di parti da selezionare è dato dagli standard ISO2859: per esempio da un lotto di 35,000 pacchi, il campione nella norma, coinciderebbe con 315 pacchi controllati in effettivo.

E/ L’ispettore registra tutti i difetti o le discrepanza trovate, effettua i test richiesti e, in base a tali risultati, può tracciare il Rapporto di Controllo e fornire il Risultato del Controllo (idoneo o non idoneo ).

F/ Sulla base di questo Rapporto, il cliente può decidere che cosa fare con la spedizione. Il Controllo del Prodotto è pertanto, un modo efficace, per ripararsi dai i potenziali errori di lavorazione della fabbrica. Si raccomanda di usare le lettere dei Credito, come metodo di pagamento con le fabbriche cinesi e di includere il Certificato di Controllo, nei documenti da rimettere alla banca per avviare il pagamento finale:di modo che la fabbrica non possa ricevere il pagamento sino a quando il compratore non approvi il Rapporto di Controllo.

Il costo del Controllo potrebbe essere difficile da prevedere, poiché la maggior parte delle aziende conteggiano il viaggio, il vitto el’ alloggio dell’ispettore, come spese supplementari.

2. Gli Audit

Una volta che è stato identificato un fornitore potenziale, è sempre preferibile far sì che il controllo sia effettuato in loco. Le aziende di Controllo Qualità possono effettuare principalmente 2 tipi di Audit:

a/Audit della Produzione : in base agli standard iso 9000, un controllore valuterà la fabbrica sulla base di un determinato numero di criteri (organizzazione e flusso dei lavori, capienza di produzione, servizi di R & S, sistemi di qualità interni, ecc) il che dovrebbe dar modo al compratore di rispondere alla domanda “ questa fabbrica è in grado di produrre il mio prodotto in modo adeguato ? „.

b/ Audit Sociale: in base allo standard SA 8000, questo controllo si focalizza unicamente sulle condizioni sociali all’interno della fabbrica; la valutazione si baserà sul lavoro minorile, sul lavoro forzato, sulle condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza, sulla discriminazione e coercizione,sulle ore lavorative e gli stipendi, ecc. Lo scopo di questo controllo, è far sì che il compratore possa rispondere alla risponda “questa fabbrica mette in atto delle condizioni di lavoro accettabili per i proprio operai? „. Tali controlli, costituiscono sicuramente un servizio più complesso rispetto ai controlli del prodotto, e sono generalmente anche più costosi.

3. Prove di Laboratorio

Per alcune gamme di prodotti, le legislazioni locali potrebbero richiedere un verbale di prova. Quest’ultimo può riguardare ad esempio, il controllo dei componenti chimici di un prodotto o della loro non-tossicità (ad esempio lo standard di RoHS per i dispositivi elettrici). Esso può anche coincidere con delle prove di durata di vita, o con dei test di utilizzabilità che non possono essere effettuati in loco, nella fabbrica.

Uno o diversi campioni di prodotto vengono quindi recapitati al laboratorio (dal compratore o dalla fabbrica), che effettuerà le prove richieste e emetterà un Rapporto di Prova. Il tempo di ritorno tipico è di circa 10 giorni.

Il fatto che questi test vengano effettuati in Cina, anziché in Europa, permette solitamente che l’importatore guadagni su costi e ritardi.

Queste Prove di Laboratorio fungono così da complemento, quando richieste, alle procedure di Controllo Qualità. Per quanto riguarda il loro costo, esso dipende dalla quotazione poiché varia notevolmente a seconda del tipo di prodotto e della composizione.

Usando questi 3 strumenti e integrandoli alle procedure d’acquisto, gli importatori possono ridurre significativamente i rischi collegati all’importazione dall’Asia ed intraprendere rapporti diretti con fabbriche distanti 10.000 miglia.

Pubblicato da Mathieu Labasse di Asia Inspection, visita il sito Internet per i contatti o per avere più info : www.asiainspection.com